FINDER:
Mail. direzione@travelinsicily.it Tel. +39 095 7465178
Unesco - Agrigento - Valle dei Templi
Prenota!

Una giornata indimenticabile nella Valle dei Templi di Agrigento

PROGRAMMA

 

Ore 10.00

Incontro con la guida e escursione lungo la Valle dei Templi. Il complesso monumentale ospita al suo interno resti di ben sette templi di ordine dorico: le loro denominazioni e relative identificazioni, tranne quella dell’Olympeion, si presumono essere pure speculazioni umanistiche, che sono però rimaste nell’uso comune.
Il Tempio di Giunone, dedicato all’omonima dea greca, fu costruito nel V secolo a.C. e incendiato nel 406 dai cartaginesi. Era il tempio in cui di solito si celebravano le nozze.
Il Tempio della Concordia, il cui nome deriva da un’iscrizione latina ritrovata nelle vicinanze dello stesso tempio, costruito anch’esso nel V secolo. Attualmente è con ogni probabilità quello meglio conservato. Fu trasformato in tempio sacro nel VI secolo d.C.
Il Tempio di Eracle, il più antico, era dedicato alla venerazione del dio Eracle (o Ercole), uno dei più rispettati dagli abitanti dell’antica Akragas. Distrutto da un terremoto, è oggi formato da appena otto colonne.
Il Tempio di Zeus Olimpico (Giove), edificato per onorare l’omonimo dio dopo la vittoria del 480 a.C. sui cartaginesi, è caratterizzato dalla presenza dei cosiddetti telamoni, statue di notevoli dimensioni con sembianze umane.
Il Tempio dei Dioscuri (o di Castore e Polluce) fu costruito per onorare i due gemelli figli di Sparta e Giove. Restano appena quattro colonne. È il simbolo della città di Agrigento.
Il Tempio di Vulcano, anch’esso risalente al V secolo, che si pensa essere una delle costruzione più imponenti della valle, è però uno dei templi più danneggiati dal tempo e dai fenomeni naturali.
Il Tempio di Esculapio, costruito lontano dalle mura delle città, era luogo di pellegrinaggio dei malati in ricerca di guarigione.
La valle dei Templi inoltre ospita la Tomba di Terone, un monumento di tufo di notevoli dimensioni a forma di piramide, che si
suppone sia stato eretto per onorare i caduti della Seconda guerra punica.

Ore 12.00

Il tour prosegue con la visita al Museo Archeologico che sorge a poca distanza dalla valle appena fuori dal centro urbano, in contrada S.Nicola, con vista panoramica sulla Collina dei Templi, in un’area che è stata recentemente identificata come il sito dell’Agorà superiore dell’antica città di Akragas, nella quale ritroviamo testimonianze di interesse archeologico ed architettonico.